cenonecapodanno.com - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno d'Italia

Ville e Castelli per Capodanno in Piemonte

Scopri le maggiori location storiche per festeggiare il capodanno in Piemonte

Scopri di seguito le principali offerte in Ville e Castelli storici per celebrare il tuo ultimo giorno dell'anno in Piemonte. Per un evento unico nelle location storiche più belle e suggestive in Piemonte. Scopri varie proposte qui sotto.

Scopri anche Offerte per Capodanno in Villa e Castello nelle maggiori località in Piemonte:

Per avere maggiori informazioni su Ville e Castelli per Capodanno in Piemonte, contattaci attraverso il modulo qui in fondo.

Uno straordinario patrimonio tra arte e storia, cultura e natura, caratterizza il Piemonte, una regione dai mille volti, uno più interessante dell’altro: città di un’eleganza rara, montagne che si prestano a splendide sciate o passeggiate, borghi affascinanti, colline fra le più note al mondo e una produzione vinicola fiorente.

Nel periodo natalizio, il Piemonte, si agghinda a festa sfoggiando luci e mercatini di Natale caratteristici in cui poter acquistare cibo locale e prodotti artigianali per di più, nelle province piemontesi, a Natale, si tengono numerosi eventi nel centro storico e nei teatri e questo mix di possibilità rendono, la regione, il luogo ideale in cui inaugurare il nuovo anno.

Quali sono i Castelli in Piemonte?

Il Piemonte è una regione ricca di valenza storica e di conseguenza ospita una serie di Castelli imperdibili da visitare.

In provincia di Torino: Il Castello Ducale di Agliè dista mezz’ora da Torino e fa parte delle Residenze Sabaude. L’edificio è composto da un mix di stili diversi e di epoche differenti. La storia dell’edificio ha inizio nel Medioevo; nel ‘700 venne acquistato dai Savoia e divenne la tenuta reale. Il castello, ad oggi, è interamente visitabile: al suo interno conserva arredi, quadri e affreschi originali mentre, all’esterno, il piccolo laghetto e i giardini incantevoli lo rendono un luogo fiabesco. Inoltre citiamo il Castello Reale di Racconigi, oggi polo museale visitabile, fu dimora reale e nobiliare per diverso tempo. Fu proprietà dei Savoia e nel 1800 fu trasformato da fortezza medievale a tenuta elegante. Oggi aperto al pubblico, è situato alle porte di Torino ed è sovente luogo di eventi culturali e musicali.

In provincia di Cuneo: Il Castello della Manta, è un’antica dimora storica di epoca medievale inserita in un contesto naturalistico suggestivo nel periodo natalizio. Fu dapprima un avamposto militare e successivamente divenne una sfarzosa dimora feudale. Dal 1985 è gestito dal FAI (Fondo Ambiente italiano) a cui fu donato dalla contessa Elisabetta De Rege Provana affinché venisse restaurato e valorizzato.

In provincia di Alessandria: Il Castello del Monferrato, risalente al 1300 e aveva un ruolo capitale all’interno del marchesato del Monferrato. Fu costruito in una posizione strategica e fu utilizzato come fortezza militare.

In provincia di Asti: Il Castello di Castiglione, risale al 1198. Fu un luogo cardine nella lotta contro il feudo di Loreto. Nel tempo la sua storia si incrociò con quella delle famiglie degli Asinari di San Marzano, dei Verasis, dei Medici e dei Rorà. Qui si conservano numerose testimonianze artistiche di pregio tra cui gli stucchi del piano nobile, realizzati nel 1668 dalla bottega luganese dei Bellotto, oltre al salone neoclassico, sulla cui volta è affrescato il Trionfo di Dioniso e Arianna.

In provincia di Biella: Il Castello di Zumaglia, è un edificio di origine medievale che aveva funzione di fortezza militare. Oggi ospita le più importanti mostre d’arte del luogo.

In provincia di Novara: Il Castello Visconteo-Sforzesco, è il principale edificio di carattere militare del luogo. Situato in pieno centro, affaccia a Nord su Piazza Martiri, mentre sui restanti tre lati è circondato dai giardini pubblici. Ad oggi ospita numerose mostre d’arte.

In provincia di Verbano-Cusio-Ossola: Il Castello di Vogogna, dalla sua prima costruzione risalente al XI secolo ospitò numerose famiglie, tra cui gli Sforza. Nell’800 fu sede dei Regi Carabinieri. Dopo i numerosi restauri, oggi è possibile visitare la sala grande.

In provincia di Vercelli: Il Castello Visconteo, attualmente è sede del tribunale. Il castello fu edificato nel 1290 per ordine di Matteo Visconti. A pianta quadrangolare e dotato, nel corso del ‘300, di armi da fuoco, ospitò i podestà viscontei sino al 1427. Il castello subì danneggiamenti nel 1638 e nell’epoca napoleonica fu adibito a caserma.

Quali sono le Dimore e Ville storiche in Piemonte?

Oltre ad avere numerosi castelli e dimore storiche, il Piemonte ospita tra le più belle e antiche ville e dimore storiche d’Italia.

In provincia di Alessandria: Villa la Scrivania a Valmadonna, il cui nucleo primitivo risale al 1500, deve il suo nome agli antichi proprietari nobili Alessandrini Scribani. La casa e la tenuta vennero rinnovate nell’800, la pianta diventò rettangolare, mentre la facciata assunse l’attuale aspetto neoclassico. Inoltre citiamo Villa Schella-Ovada che è una dimora ottocentesca immersa in un parco con alberi secolari che deve la sua esistenza alla famiglia Parodi-Delfino, che nel XIX secolo acquistò una semplice cascina per trasformarla in una maestosa villa. I proprietari, appassionati di botanica, dedicarono molte cure al parco che costituiva il naturale collegamento tra l’architettura della villa e il paesaggio circostanze. Oggi, le case coloniche sono state trasformate in eleganti dimore per soggiorni di ospiti raffinati.

In provincia di Biella: Villa Era-Vigliano Biellese, collocata sulla collina di Vigliano Biellese, fu fatta costruire tra il 1884 e il 1888 dai Magnani su progetto dell’ingegnere Petitti di Torino. Nel 1935, la villa fu acquistata da Ermanno Rivetti alla cui famiglia appartiene tutt’ora. L’impostazione della costruzione risente della presenza, nello stesso sito, di un precedente edificio risalente al XVIII secolo. La villa, immersa nel verde lussureggiante del giardino, presenta un corpo centrale aggettante con portico nel piano rialzato. Ad oggi conserva ancora gli arredi di alcune aree.

In provincia di Asti: Palazzo Michelerio, edificio storico fondato nel 1524 per volontà della casana dei Guttari. Oggi ospita il museo paleontologico.

In provincia di Cuneo: Villa Oldofredi Tadini, edificata tra il ‘300 e il ‘400 come torre di osservazione a difesa della città. La villa, adibita a museo, vanta un collezione di cimeli appartenenti alla famiglia dei Mocchia di San Michele ed Oldofredi Tadini.

In provincia di Novara: Casa Fiorentini, edificata tra il 1907 e il 1910, rappresenta uno dei più importanti esempi di architettura liberty novarese. La facciata, sormontata da tre balconi ricchi di ornamenti, si trova in zona d’angolo e segue un andamento curvilineo.

In provincia di Torino: Casa del Pingone, fu residenza di Filippo Pingone che nel 1577 scrisse la prima storia di Torino.

In provincia di Verbano-Cusio-Ossola: Villa Clerici, edificata ‘700 come setificio, nell’800 fu trasformata in residenza estiva. Da sempre appartenente alla famiglia Clerici, oggi si mostra nella sua architettura originaria.

In provincia di Vercelli: Palazzo Avogadro della motta, risalente al 1781, ospitò nei secoli numerosi personaggi storici tra cui Napoleone e re Carlo Felice.

Perché passare il Capodanno in Ville storiche e Castelli in Piemonte?

Il Piemonte non è solo una regione culturalmente e paesaggisticamente fiorente ma offre una serie di scelte in base a ciò che si desidera dal proprio viaggio. Potrete immergervi nella storia secolare della regione e visitare i tanti Castelli e Ville sparse nelle varie province. A volte vengono organizzati Cenone di Capodanno eleganti all’interno di queste location, preparate per l’occasione ad accogliere gli ospiti. Per le location più attrezzate viene offerta anche la possibilità del pernottamento all’interno della stessa struttura. C’è da considerare che sono eventi di nicchia, per poche persone e anche le camere sono limitate, per questo, se desiderate partecipare a questo genere di eventi è consigliabile prenotare con largo anticipo.

Se desiderate un viaggio all’insegna del relax, la periferia di Asti è il luogo che fa per te. Qui tra percorsi benessere e bollicine avrai modi di riconnetterti con te stesso prima di ritornate alla frenesia della vita comune.

Se desiderate un viaggio alla riscoperta del gusto, Cuneo e i percorsi enogastronomici che propone faranno al caso vostro. Nella zona delle Langhe potrete, poi, degustare dell’ottimo primitivo direttamente nelle aziende vinicole.

Se desiderate un viaggio all’insegna dello shopping e del teatro Torino è la provincia che fa per voi.

Il Piemonte è la regione ideale per ristabilire i propri desideri e obbiettivi e il clima invernale conferisce ai centri storici della regione una magia inestimabile per poter iniziare al meglio il nuovo anno.

Vedi anche altre offerte in Piemonte per capodanno:

CONTATTACI

Inserisci i numeri che vedi (controllo antispam):
3710
back to top